Centro informazioni BenQ

Modalità di debolezza del colore BenQ per offrire una visione più semplice a chi ne ha bisogno

BenQ
2019/02/27

BenQ, attiva nelle tecnologie di protezione degli occhi, ha sviluppato la modalità di debolezza del colore* per offrire agli utenti con problemi di deficit della visione una migliore tonalità di colore e la possibilità di regolare i filtri del colore in base ai dati emersi parlando direttamente con gli utenti. Grazie alla modalità di debolezza del colore sviluppata da BenQ, le persone con deficit della visione possono decifrare i grafici a torta, le statistiche e le immagini in modo semplice e quindi apprezzare le sfumature di colore e avere una visione dei colori migliorata.

*Le debolezze di colore più comuni sono la difficoltà di distinguere il colore rosso (o protanomalia) e il verde (deuteranomalia). BenQ ha reso disponibile il filtro rosso e il filtro verde per chi ha deficit con i colori rosso e verde.

Che cos’è la debolezza del colore?

Distinguere i colori è possibile grazie a fotorecettori presenti nella retina dell’occhio noti come coni. Se i coni non hanno un particolare pigmento sensibile alla luce, l’occhio non è in grado di vedere uno o più dei tre colori primari. Nelle persone affette da daltonismo manca tale pigmento sensibile alla luce ed esse vedono colori neutri o grigi dove invece ci sarebbe un colore. Per quanto riguarda le persone affette da debolezza del colore, i loro coni non riescono a distinguere facilmente i colori con sfumature simili. Ad esempio, quando i colori rosso, rosa, arancione e viola vengono messi uno accanto all’altro, ciò che vedono sono gruppi di colori simili. Con la modalità Debolezza colore attiva possono invece distinguere facilmente i colori e avere una visione più chiara.

*Per saperne di più sul daltonismo e sulla debolezza del colore è possibile cercare il termine medico, deficit di visione dei colori. Comprende il daltonismo e la debolezza del colore e si stima che 3 milioni di persone in tutto il mondo abbiano un deficit ereditario della visione dei colori. (http://www.colourblindawareness.org/colour-blindness/)

Sebbene ci siano cause simili per il daltonismo e la debolezza del colore, è necessario sapere che la modalità di debolezza del colore di BenQ non funziona per le persone con daltonismo poiché i loro coni non possono rispondere a determinati pigmenti di luce e non noterebbero miglioramenti attivando tale modalità.

Articolo collegato

TOP