Come scegliere un monitor curvo o piatto e qual è il migliore per te

BenQ
2021/03/09

Con la crescente popolarità dei monitor curvi, potresti voler sapere di più su di loro e come differiscono dai display piatti al di fuori dell'ovvio aspetto del design. Siamo qui per aiutarti.

Abbiamo esaminato i monitor curvi in passato e spiegato le basi della tecnologia, ma forse sarà bene ricapitolare. Inoltre, la gente chiede regolarmente dei monitor curvi contro quelli piatti. Qual è la differenza? Perché fare monitor curvi, tanto per cominciare? Per chi sono? Cercheremo di rispondere a queste domande nel miglior modo possibile.

 
Contenuto

Fondamenti condivisi di monitor curvi e piatti

Prima di tutto, a parte la curvatura, la maggior parte delle basi sono esattamente le stesse. Tipi di pannelli come VA e IPS sono presenti nei display piatti e curvi. Le frequenze di aggiornamento, i tempi di risposta, la profondità di colore in bit, AMD FreeSync e NVIDIA G-Sync, e le basi tecnologiche generali sono tutte essenzialmente identiche. Non è che i monitor piatti o i monitor curvi abbiano un vantaggio in termini di frequenza di aggiornamento, risposta, colore, HDR o qualcosa del genere. Anche le risoluzioni sono generalmente le stesse, anche se i monitor curvi tendono ad avere rapporti di schermo ultrawide con risoluzioni come 3440 x 1440, come vedremo tra poco. Ma se sei preoccupato che scegliendo piatto o curvo ti stai perdendo qualcosa di fondamentale, non preoccuparti di questo.

Valutazione della curva

Quando si prende in considerazione un monitor curvo rispetto a uno piatto, si vedono diciture del tipo 1000R, 1800R oppure 1900R, ma solo i modelli curvi. R sta per raggio e i numeri sono i millimetri. Quindi, un monitor 1000R occupa una parte di raggio di 1000 mm, determinandone la curvatura. 

 

Curve e distanza di visione

Per quanto riguarda la distanza di visione, non c'è differenza tra monitor curvi e monitor piatti. L’aspetto principale è che quelli curvi favoriscono la profondità naturale della vista umana. Gli schermi piatti non offrono questo tipo di profondità, e una volta che ci si abitua, quelli curvi hanno un feeling più autentico. Sono diventati popolari perché forniscono la giusta sensazione di profondità ma senza il fastidio di dover indossare occhiali 3D (chi non ricorda la mania del 3D tra il 2009 e il 2014?). In pratica, una buona via di mezzo che si adatta meglio al campo visivo umano. Il fattore più importante del monitor rispetto alla distanza di visione è la dimensione dello schermo.

L’importanza del formato

Un altro aspetto da tenere presente quando si confrontano monitor curvi e piatti è che la maggior parte di quelli curvi ha un formato 21:9, ovvero sono 2,3 volte più larghi di quanto siano lunghi. È una differenza notevole rispetto ai 16:9 standard degli schermi piatti, in cui la larghezza è 1,8 volte più grande della lunghezza. Tutto questo si traduce in un campo visivo più ampio, una caratteristica eccellente per il gaming. Infatti avrai una porzione più grande dell’immagine sullo schermo, mentre con un 16:9 viene ritagliata automaticamente. C’è da dire anche che il 16:9 è il formato predominante al momento, e non tutto i videogiochi supportano il 21:9. Inoltre, sia Xbox che PlayStation ancora non offrono il supporto all’ultrawide.

 

Schermi con curvature veramente spinte arrivano a avere un formato di 32:9. In genere si tratta di giganti da 49” per cui ci vuole una scrivania grande quanto una portaerei, quindi se hai spazio a sufficienza, vale di sicuro la pena.

Una nuova curva per il gioco e molto altro

Oltre a offrire un migliore adattamento alla vista naturale dell'uomo, i monitor curvi mantengono anche la stessa distanza dagli occhi a qualsiasi punto dello schermo. Un grande monitor piatto da 43" richiede di muovere la testa per vedere i dettagli sui bordi, il che può causare affaticamento nel tempo. Inoltre, a meno che il monitor non sia molto pregiato, la distanza irregolare dagli occhi allo schermo di solito causa una qualità dell'immagine leggermente inferiore a causa dei diversi angoli di visione e distanze. I colori potrebbero sembrare sbiaditi, lo schermo potrebbe apparire troppo luminoso o troppo scuro, e così via. Nella battaglia dei monitor curvi contro quelli piatti, questo è uno svantaggio che i monitor curvi affrontano. Si ottiene la stessa distanza di visione da ogni parte dello schermo.

 

Questo effetto avvolgente dei monitor curvi è ciò che li rende così popolari tra i giocatori, che sono probabilmente il principale pubblico di riferimento per le "esperienze immersive", come vengono spesso chiamate. La visibilità dei dettagli può essere importante in un videogioco, per cui un design equidistante che evita complicazioni legate agli angoli di visione è decisamente ottimale. I monitor curvi sono diventati addirittura lo standard in alcuni generi di gioco.

 

Però, i vantaggi degli schermi curvi non sono solo per chi ama i videogiochi.

{{title}}

Ti avviseremo quando il prodotto sarà disponibile

* Required. Invalid email format.
Required.

Ti invieremo un'e-mail non appena il prodotto sarà disponibile

Sorry, our store is currently down for maintenance.We should be back shortly. Thank you for your patience!

close-button

Spazio sul desktop migliorato

Se sei un grande multitasker che sta decidendo tra monitor curvi e monitor piatti, la buona notizia è che i display curvi lavorano a tuo favore. Ecco perché sono molto popolari tra i programmatori e i codificatori, i professionisti del mercato azionario e i creatori di contenuti. Controlla con la maggior parte degli YouTubers a tempo pieno e vedrai che preferiscono in modo schiacciante i display curvi. Ancora meglio, la maggior parte imposta un array di due o tre monitor per circondarsi veramente di spazio di visualizzazione.

 

Poiché i monitor curvi di solito hanno rapporti di schermo ultrawide, offrono un sacco di larghezza e quindi possono ospitare molte applicazioni/finestre aperte allo stesso tempo. Se questo è una priorità per te e vuoi aumentare la tua produttività quando lavori al PC, allora dovresti considerare un display curvo.

 

Se sei un fotografo o un designer, allora puoi decidere da solo se un display curvo ti aiuterà. Certo, la curva può causare distorsioni apparenti, quindi forse un flat ultrawide potrebbe essere meglio per te. Ma la distanza di visione più accurata può compensare questo.

La linea di fondo curva

Francamente, nella discussione monitor curvi vs monitor piatti, la ragione principale per ottenere un display curvo è perché sono così divertenti e diversi dai soliti monitor piatti a cui siamo abituati. E non abbiamo nulla contro i monitor piatti, perché li facciamo. Però pensiamo che provare cose nuove sia una buona cosa. Inoltre, se sei appassionato di giochi (specialmente di simulazione di corse, di volo e, a quanto pare, di nautica), allora un monitor curvo offrirà una prospettiva letteralmente nuova sulle tue esperienze. E per la produttività multitasking, i monitor curvi hanno i loro vantaggi unici per quanto riguarda la distanza di visualizzazione e il comfort naturale, oltre allo spazio di lavoro aggiunto. C'è molto da considerare qui, e speriamo che ci facciate sapere cosa ne pensate nei soliti spazi dei social media!

{{title}}

Ti avviseremo quando il prodotto sarà disponibile

* Required. Invalid email format.
Required.

Ti invieremo un'e-mail non appena il prodotto sarà disponibile

Sorry, our store is currently down for maintenance.We should be back shortly. Thank you for your patience!

close-button

Questo articolo è stato utile?

No

Iscriviti alla nostra Newsletter

Restate sintonizzati per il lancio dei nostri prodotti, le prossime novità e i vantaggi esclusivi.

Iscriviti
TOP