Centro informazioni BenQ

Cos’è la tecnologia AQCOLOR di BenQ?

BenQ Color Technology Lab
2019/08/14

La tecnologia AQCOLOR è una tecnologia proprietaria sviluppata da BenQ per fare in modo che i monitor professionali restituiscano colori accurati ai professionisti. “Colori di cui ti puoi fidare” è il principale vantaggio che BenQ vorrebbe che gli utenti trovassero nei suoi prodotti. La riproduzione di colori accurati è sicuramente l’obiettivo, ma cosa significa “accurati”, come è possibile ottenere colori accurati e come essere sicuri che un colore sia accurato? Queste sono le domande a cui risponderemo in questo articolo.

La tecnologia AQCOLOR è composta da quattro componenti, ovvero i quattro pilastri di AQCOLOR, e ciascuno di essi sarà discusso approfonditamente nei seguenti paragrafi:

Standard del settore

Il rispetto degli standard del settore è il primo passo nella tecnologia AQCOLOR poiché è qui che vengono definiti tutti i requisiti e le specifiche di colore. Gli standard di settore definiscono il valore di riferimento su cui il monitor deve essere regolato o calibrato. Ad esempio, nel 1990 ITU-R ha approvato lo standard Rec. 709 che conteneva le seguenti specifiche di colore:

Esistono molti standard diversi seguiti da AQCOLOR, e Rec. 709 è solo uno di questi. Nell’industria delle arti grafiche, gli standard Adobe RGB e sRGB sono ampiamente utilizzati. Per l’industria cinematografica, il riferimento era lo standard Rec. 709 ma, con la crescita della tecnologia del cinema digitale, il suo posto è stato preso dallo standard DCI-P3. Nel settore delle telecomunicazioni, NTSC e PAL erano entrambi popolari, ma Rec. 709 è diventata la scelta principale. Tra questi standard, la più grande differenza è la gamma cromatica, che descrive la gamma di colori che un dispositivo è in grado di riprodurre.

Figura 2. Gamme cromatiche

Al fine di soddisfare tutti gli standard di settore, BenQ ha cercato di adottare una configurazione hardware ottimale per creare da zero una linea di monitor professionali. Questa include un pannello a 10 bit con LUT a 12/14 bit per produrre una transizione di gamma uniforme e un bassissimo delta E per riprodurre i colori standard con la massima fedeltà.

Figura 3. LUT standard, LUT a 14 bit e LUT 3D

Visualizzazione dei dettagli

Sicuramente, chiunque si preoccupi della fedeltà dei colori calibrerà il proprio monitor. Questo vale anche per i produttori. Tuttavia, nessuno prende seriamente la calibrazione quanto BenQ! Calibrare non significa solo posizionare il dispositivo di misurazione sul pannello, ma implica anche rendere uniforme l’intera area di visualizzazione e unificare il risultato della misurazione su diversi dispositivi di misurazione.

Perché è importante l’uniformità dell’intera area di visualizzazione? Quando guardiamo il monitor, non guardiamo solo un punto dello schermo ma l’intera area. Quando visualizziamo un oggetto al centro del monitor, ci aspetteremmo che l’oggetto abbia lo stesso aspetto in qualsiasi posizione dello schermo. Tuttavia, questo non succede praticamente mai. Su un normale monitor, quando è presente uno sfondo completamente bianco si vedranno sicuramente alcune ombre scure sfumate, come mostrato nella Figura 4. Ciò è causato dall’insufficiente diffusione della luce dal pannello. Con l’esclusiva tecnologia di compensazione dell’uniformità di 1a e 2a generazione di BenQ, questo fenomeno può essere eliminato. Tutto quello che vedrai è uno sfondo bianco senza ombre scure sfumate. Di conseguenza, ora puoi essere sicuro che il colore del tuo oggetto rimarrà lo stesso.

Figura 4: a destra un normale monitor, a sinistra il monitor con la tecnologia di compensazione dell’uniformità di BenQ

Nella configurazione di fabbrica viene utilizzato un dispositivo di misurazione per linea di produzione, e di solito c’è più di una linea di produzione. Anche se i dispositivi di misurazione sono calibrati attentamente prima di ogni utilizzo, ci sono comunque discrepanze che si traducono in un diverso aspetto visivo. Di conseguenza, quando un utente acquista due o più unità dello stesso modello, queste potrebbero non apparire uguali quando vengono accese. Grazie alla tecnologia proprietaria del colore di BenQ, i dispositivi di misurazione saranno allineati e le unità calibrate avranno la stessa resa visiva. Gli utenti non dovranno più temere che le unità non abbiano la stessa resa visiva. In definitiva, per i monitor della serie SW e PV, offriamo persino la funzionalità di calibrazione hardware. Se con il passare del tempo i risultati della calibrazione in fabbrica iniziano a non essere più corretti, la funzione di calibrazione dell’hardware ti permette di ritrovare la fedeltà del colore che soddisfa gli standard di settore utilizzando un calibratore a tua scelta.

Garanzia fin dalla prima accensione

Comprendiamo che ogni utente è desideroso di utilizzare subito i nostri prodotti. Pertanto, le prestazioni fin dalla prima accensione sono della massima importanza sia per noi che per loro. Questo è il motivo per cui abbiamo speso molte energie per mettere a punto le modalità predefinite di fabbrica, tra cui le modalità Standard, Adobe RGB, sRGB e DCI-P3. Ma come possiamo dimostrare agli utenti che le modalità rispettano gli standard? È qui che entra in gioco il Rapporto di calibrazione in fabbrica. Ogni unità ha il proprio Rapporto di calibrazione in fabbrica che riporta il proprio numero di serie. Un esempio di Rapporto di calibrazione in fabbrica è mostrato nella Figura 5. E, sul rapporto, sono chiaramente indicati i seguenti elementi che ne dimostrano le prestazioni:

Figura 5: Rapporto di calibrazione fornito da BenQ / *L’uniformità è disponibile su modelli selezionati

Certificazione di 3e parti

Con la tecnologia AQCOLOR, i monitor professionali BenQ hanno ottenuto la certificazione Pantone Validated e Calman. Si tratta di certificazioni del colore di terze parti e, in alcuni casi, BenQ è la prima ad essere stata certificata. Tutto questo non è reso possibile solo dal prodotto, ma anche dalla tecnologia AQCOLOR.

BenQ ha sviluppato la tecnologia AQCOLOR per anni, ed è ancora un processo in evoluzione. La tecnologia AQCOLOR si basa in primo luogo sulla conformità agli standard di settore, quindi sulla visualizzazione dei dettagli e sulla garanzia già dalla prima accensione. Per finire, è supportata da certificazioni di terze parti, come Pantone Validated e Calman. L’obiettivo è quello di creare più prodotti che mantengano la promessa “Colori di cui ti puoi fidare”

Figura 6: Tecnologia AQCOLOR di BenQ

TOP