Centro informazioni BenQ

Qual è la luminosità ideale del monitor di un fotografo?

BenQ
2019/07/10

I fotografi tendono ad avere un’impostazione preferita per il livello di luminosità sui loro monitor. Di solito decidono questo livello in base alla necessità di lavorare comodamente per molte ore sulla modifica delle immagini e in base al fatto che preferiscono lavorare in ambienti bui. Tuttavia, la luminosità può avere un impatto sulla fedeltà dei risultati.

Hai mai notato che le tue foto stampate non sembrano uguali a quando le guardi sullo schermo, anche se il monitor è calibrato? Questo perché la luminosità influenza l’aspetto dei colori sullo schermo, e calibrare il monitor perché sia preciso è solo metà del lavoro da fare.

Perché la luminosità conta

La luminosità è sempre più una caratteristica fondamentale per i monitor. Nel regno dei contenuti video, la luminosità è in parte responsabile del raggiungimento della qualità HDR. Quando si ha a che fare con la fotografia, la luminosità rende più vividi i colori sullo schermo. Pertanto, molti produttori di monitor si concentrano sull’aumentare il più possibile i nit dei monitor per presentare i loro prodotti come tecnologicamente più avanzati. 

Per i professionisti per cui il colore è un elemento cruciale, come i fotografi, questo non è necessariamente un vantaggio. Mentre una maggiore luminosità potrebbe rendere meglio ciò che si vede sullo schermo, potrebbe esserci anche un effetto indesiderato relativo alla fedeltà del colore. Gli schermi e le stampanti visualizzano le immagini in modi molto diversi e assicurarsi che queste corrispondano il più possibile significa effettuare regolazioni all’interno di parametri molto ben definiti.

Oltre alle specifiche dello spazio colore e alla calibrazione, la regolazione della luminosità è un altro passo da compiere per ottenere i risultati più accurati.

cos’è-la-luminosità-ideale-di-un-monitor-per-fotografi

Se le stampe non hanno lo stesso aspetto dell’immagine sul tuo monitor calibrato, valuta una regolazione della luminosità.

 

Qual è la luminosità ideale?

All’interno del white paper Adobe RGB Color Image Encoding (1998) c’è una sezione dedicata alle “Condizioni di visualizzazione di riferimento”. Ciò significa che, oltre ad avere un monitor di riferimento, è necessario controllare le condizioni di visualizzazione per ottenere risultati ottimali.

Per quanto riguarda il livello di luminosità, il white paper afferma: “Il livello di luminanza del bianco visualizzato sul monitor a colori di riferimento deve essere di 160,00 cd/m2”. Ciò significa che, per ottenere i risultati previsti dallo standard Adobe RGB, è necessario impostare la luminosità del monitor su 160 nit o il più vicino possibile.

Conclusione

L’uso di un monitor in grado di visualizzare colori precisi è solo metà dell’equazione per ottenere stampe accurate. La seconda parte è assicurarsi che le condizioni di visualizzazione corrispondano a quelle delle specifiche originali dello standard Adobe RGB. Tra gli altri fattori, l’impostazione corretta del livello della luminosità del monitor garantisce che i colori delle stampe appaiano esattamente come sullo schermo.

Tutti i nostri Monitor AQCOLOR della serie SW hanno una luminosità predefinita di 150 nit, il che significa che non devi apportare alcuna modifica. Indipendentemente dalla luminosità massima del monitor AQCOLOR che scegli, puoi essere certo che i colori appariranno corretti quando lavori con la luminosità predefinita.

TOP