Centro informazioni BenQ

Recensione dell’SW2700PT: spazio colore standard per l’elaborazione delle foto

Ian Van Der Wolde
2017/03/22

Fotografo artistico e paesaggista professionista / Australia

Ian van der Wolde è un fotografo professionista pluripremiato che lavora a Melbourne, in Australia. Si è specializzato in pubblicità, scatti aerei, moda, cibo, figure aziendali, pubbliche relazioni, ritrattistica, fotografia di prodotto e industriale.

Il colore e la tonalità sono componenti essenziali per la creazione di immagini eccezionali. Per questo motivo continuo a stupirmi del numero di fotografi che tentano ancora di gestire e regolare le immagini su schermi di media qualità o sui display dei computer portatili.

Credo che un monitor di qualità debba essere il primo investimento di un fotografo.

Ammettiamolo, come possiamo modificare con accuratezza le nostre immagini se il dispositivo che utilizziamo per valutare e apportare queste modifiche è impreciso?

Il display non dovrebbe essere solo accurato: non dovrebbe essere anche in grado di visualizzare la stessa quantità di colori e toni che le nostre costose fotocamere sono in grado di catturare?

Lo spazio colore Adobe RGB è generalmente accettato come standard per i fotografi.

Sì, ci sono spazi colore più ampi, ma nella realtà sono pochi, se non nessuno, i dispositivi che possono effettivamente riprodurre quel colore. Pertanto, a parte casi speciali, Adobe RGB è lo spazio colore comunemente utilizzato come standard per il fotoritocco. Ora, il punto è questo: nessun monitor è in grado di visualizzare con precisione la gamma o lo spazio colore completo di Adobe RGB.

Quando si cerca un buon monitor, ci sono, nella parte superiore della scala, dei monitor che visualizzano fino al 98% della gamma Adobe RGB.

Tra produttori di questi monitor ci sono Dell, Eizo e NEC, tuttavia in passato questi display di ottima qualità con colori accurati avevano un prezzo troppo alto, includevano molte più funzioni di quelle che ci servivano o non ne avevano altre, scoraggiando quindi molti dal fare l’investimento.

BenQ è entrata in gioco con il nuovo SW2700PT: non solo è un monitor molto conveniente, ma ha un set di funzionalità progettato specificamente per i fotografi ed è inoltre in grado di visualizzare il 99% della gamma Adobe RGB.

Ciò significa che, utilizzando l’SW2700PT, siamo in grado di riprodurre il 99% di tutti i sottili toni e colori che catturiamo con le fotocamere digitali di fascia alta.

Finalmente non ci sono più scuse per non avere un monitor con una gestione del colore di qualità!

L’SW2700PT è diverso da un normale monitor in quanto è in grado di eseguire la calibrazione hardware.

Cos’è la calibrazione hardware?

Normalmente, quando scriviamo un profilo per un monitor, il profilo apporta modifiche alle lookup table (o LUT) della scheda grafica del computer per correggere ciò che vediamo sullo schermo. La calibrazione hardware, invece, modifica direttamente la LUT del monitor, con il risultato di ottenere un profilo molto più stabile con una profondità in bit molto maggiore, che porta ad avere torni più intensi e una maggiore fedeltà del colore.

La calibrazione dell’hardware è realizzabile con semplicità grazie al software incluso, Palette Master Element.

Palette Master Element è stato scritto appositamente per BenQ in collaborazione con esperti di gestione del colore di X-Rite e sfrutta molti dei dispositivi di profilatura del colore più diffusi, come Datacolor Spyder o X-Rite i1 Display Pro.

Personalmente preferisco il prodotto X-Rite e ho scoperto che i1 Display Pro permette di ottenere risultati eccezionali senza problemi.

Sto usando il monitor per fotografi BenQ SW2700PT da poco più di tre mesi e dire che sono colpito sarebbe un eufemismo. Sono stupito dalla fedeltà di questo monitor e dalla sua capacità di visualizzare anche le modifiche più lievi alle tonalità. Questo è un aspetto estremamente importante per me quando lavoro sulle immagini artistiche di paesaggi.

Ciò che mi ha colpito dal primo momento è stato l’elenco delle caratteristiche e l’accuratezza di questo monitor. Non solo la resa cromatica e tonale è perfetta, ma anche la qualità costruttiva è eccezionale.

L’SW2700PT integra i comandi in un esclusivo controller che si trova alla base della struttura. Questo pratico pad consente di modificare istantaneamente le impostazioni del monitor con la semplice pressione di un pulsante. Le scelte includono sRGB, Adobe RGB e Bianco e Nero. Lo trovo utile quando voglio fare una rapida valutazione di come un’immagine può apparire in un altro spazio colore o in bianco e nero.

Il monitor integra anche un lettore di schede SD e un hub con 2 porte USB 3.0 ad alta velocità.

Un’altra apprezzabile caratteristica è il meccanismo di aggancio del paraluce, incluso con il monitor. Questo è un componente necessario per schermare il monitor così da ridurre al minimo i riflessi e “l’inquinamento” causato da altre fonti di luce. Per alcuni dei miei monitor, in passato, ho dovuto acquistarlo separatamente spendendo più di 200 AUD.

Assegno a BenQ un 10 per aver ascoltato le richieste dei fotografi professionisti e per aver creato un prodotto che dà la possibilità a tutti i fotografi, amatoriali e professionisti, di potersi permettere un monitor con la gestione del colore.

Mi ha davvero conquistato!

Monitor per fotografi da 27 pollici e Adobe RGB | SW2700PT
  • 27 Inch 2560x1440 QHD Resolution
  • 99% Adobe RGB with IPS technology
  • Hardware Calibration with Accurate Colors
TOP