Centro informazioni BenQ

In che modo l'HDRi migliora la qualità del gioco?

BenQ
2020/02/17
Image comparison on a gaming monitor screen to tell difference with HDR and without HDR

Quanto è bello sedersi per sessioni di gioco intense e coinvolgenti in uno dei posti più belli del mondo. La propria postazione di gioco. Ecco il PC e, dall'altra parte, le console. Rilassati in una comoda poltrona da gioco che è stato necessario cercare per settimane. Lo stesso vale per la scrivania, che ora ti offre il comfort necessario mentre passi il tempo con il tuo hobby preferito.

Poi, mentre sei immerso in uno dei giochi che ami di più, si fa tardi o si avvicina l'alba, la luce cambia nella stanza e noti qualcosa che non va nel monitor HDR. I colori divengono molto meno nitidi, i particolari diminuiscono a causa della sovra o sottoesposizione e, in modo analogo, anche il contrasto sembra calare, così come la luminosità.

Ciò accade perché il monitor da gioco scelto non è male ma offre solo un HDR semplice, ordinario. Indipendentemente dai metadati inviati dal dispositivo sorgente, il monitor rende le immagini senza disporre di informazioni sull'illuminazione dell'ambiente circostante e a prescindere da tale illuminazione.

Ovviamente, c'è un modo per gestire meglio la situazione. Stiamo parlando della tecnologia HDRi di BenQ in cui la "i" si riferisce chiaramente all'intelligenza. 

HDR che si adatta alla luce ambientale

La tecnologia HDRi prevede l'utilizzo di un sensore integrato nel monitor, solitamente nella parte alta anteriore da cui è più facile rilevare le maggiori variazioni della luce ambientale. Il sensore comunica costantemente con il processore del monitor. Quindi, per godersi un HDR smart è necessario utilizzare un monitor smart. I modelli base con ridotte capacità di calcolo non riescono a gestire un HDR che interagisce con l'ambiente e utilizzano soltanto i metadati della postazione di gioco, non fanno altro che "buttare fuori" ciò che viene loro inviato, così com'è.

Grazie all'HDRi, i monitor smart regolano i parametri dell'HDR in funzione dell'ambiente circostante. L'HDRi funziona con continuità per garantire le prestazioni ottimali dell'High Dynamic Range in qualsiasi momento del giorno e a prescindere da qualsiasi fonte luminosa esterna o interna. Accendi la luce? L'HDRi si adatta. Il cielo, prima nuvoloso, si sta rasserenando? L'HDRi compensa la variazione. Il risultato finale è straordinario grazie a una qualità HDR uniforme che non cela brutte sorprese e non fa lacrimare gli occhi a causa dell'affaticamento. Inoltre, l'HDRi è compatibile con tutti i formati HDR principali: HDR10/HDR10+, Dolby Vision e HLG.

Con l'HDR, la grafica sbalorditiva dei videogiochi non diventa mediocre nell'arco di un minuto. Perché sacrificare l'elevata qualità grafica quando è possibile mantenerla a prescindere da un aspetto tanto elementare quanto lo è la luce ambientale?

A gaming monitor screen showing HDR content on screen in the daytime with proper brightness
Prestazioni grafiche persino migliori

La tecnologia HDRi di BenQ offre anche colori più saturi. Li rende più carichi e nitidi. Ecco perché BenQ Color Engine consente di migliorare l'intensità e la tonalità di ogni colore. Siccome la propria postazione di gioco funge anche da postazione per l'intrattenimento e, magari, ti piace usare il monitor per guardare film e trasmissioni TV in 4K, l'HDRi è preconfigurato per un HDR cinematografico (modalità Cinema HDRi) e da gioco (Game HDRi). Le due modalità funzionano in modo leggermente diverso in quanto sfruttano algoritmi differenti, progettati dagli ingegneri per valorizzare diversi tipi di contenuto. Tutti i videogiochi e gli spettacoli TV/film si basano attualmente sullo standard HDR ma i monitor che "non sono intelligenti" non permettono di notare la differenza e, lo ricordiamo, non fanno altro che mettere insieme i metadati senza un'elaborazione appropriata.

L'HDRi evita tale possibile problema grazie alle modalità per il cinema e il gioco che permettono all'utente di godersi tutti i principali tipi di contenuto. 

A gaming monitor screen showing HDR content on screen in the the night time with proper brightness
Mantenimento di una velocità di risposta elevata

Qualsiasi elaborazione grafica incrementa certamente la latenza causata dal tempo di risposta. Di conseguenza, l'HDR e, a maggior ragione, l'HDRi portano in qualche modo all'aumento del lag. Sebbene tale incremento sia trascurabile e possa essere irrilevante per la maggior parte delle persone, se partecipi a partite multigiocatore di livello agonistico oppure a eventi di eSport, basterà disattivare l'HDRi o passare alla modalità HDR predefinita.

L'HDRi fa miracoli con i giochi per giocatori singoli caratterizzati da storie intricate e graficamente complessi nonché con contenuti diversi dai videogiochi come i film e le serie TV disponibili in formato HDR. Tuttavia, se la vittoria è questione di millisecondi, bastano pochi click nell'OSD per disattivare temporaneamente l'HDRi. Va comunque ricordato che l'incremento del lag generato dall'HDRi non è paragonabile all'incremento generato dalla complessa elaborazione necessaria ad esempio per il contrasto dinamico, il miglioramento dei bordi, la fluidità del movimento e le modalità di risparmio dell'energia. In ogni caso, l'utente ha il pieno controllo sulla propria esperienza.

L'HDR è ormai diventato un elemento fondamentale degli schermi, in particolare per il fatto che il formato 4K è sempre più la risoluzione predefinita nella maggior parte dei dispositivi. L'HDR e il 4K sono strettamente legati ma, come avrai potuto notare, la migliore resa grafica non dipende dalla quantità delle specifiche quanto, piuttosto, dalla loro qualità. Non basta il numero di pixel, servono pixel migliori. Non basta l'HDR, serve un HDR smart. Non sprecare tutto il tempo passato per sistemare la postazione di gioco. Assicurati di poter ammirare la grafica migliore. 

Articoli Correlati

TOP